Mobile +39 328/6816898
« Indietro

TREIA

TREIA


La città di Treia, cinta da antiche mura con torri e porte, sorge su un cresta di banchi di arenaria lunga e stretta, sulla sinistra del fiume Potenza.

La storia della sua fondazione risale all'epoca medioevale (come molti altri centri marchigiani), ed a quel tempo venne chiamata con il nome di Montecchio, dopo che l'antico centro romano di “Trea”, situato più in basso rispetto alla città attuale, venne distrutto nelle invasioni barbariche.

Solo nel 1790, grazie all'intervento di Papa Pio VI che le conferì il titolo di città, si riprese l'antico nome di Treia.

Nel centro urbano troviamo Piazza della Repubblica, che è sicuramente una delle più belle piazze della regione Marche grazie all'armonioso complesso di edifici monumentali al suo interno ed all'eccezionale vista che offre sul paesaggio collinare circostante. Al centro della piazza troviamo una meravigliosa fontana sovrastata da una balaustra con monumento dedicato a Papa Pio VI, mentre sui restanti tre lati troviamo il Palazzo Comunale, l'Accaemia Georgica e la chiesa di San Filippo.

Vivamente consigliato è il giro della circonvallazione che fiancheggia l'antica e ben conservata cortina muraria, che oltre alla sua splendida struttura, ci permette di godere di splendidi panorami; incomparabile quello che si può ammirare dalla torre dell'Onglavina, che abbraccia i Sibillini, la Maiella, il Gran Sasso, il Conero e l'Adriatico.

La città di Treia è conosciuta anche per una sua importante manifestazione: la “Disfida del Bracciale”. Si tratta di una rievocazione storica che ha luogo ogni anno nel periodo estivo fin dal 1978. Questo evento rievoca l'antico gioco del pallone con il bracciale, sport molto popolare tra il Settecento e l'Ottocento nel quale si sfidano i quattro quartieri cittadini, ognuno dei quali rappresenta un ceto sociale.