Login

Per la login inserire: username e password

For login you must enter username and password




   Mobile +39 328/6816898
« Indietro

MACERATA

Macerata si trova al centro della regione Marche a circa 25 Kilometri dalla costa e dall'uscita di Civitanova Marche dell'autostrada A14. 


Si raggiunge con una comodissima superstrada o lungo la strada provinciale dove incontrerete pittoresche cittadine e villaggi di campagna. 

Se si arriva in aereo, l'aereoporto più vicino è quello di Falconara. Dall'aereoporto si arriverà poi alla stazione dei treni con un comodo autobus dove è possibile prendere il treno regionale che ci porterà direttamente a Macerata in poco più di 40 minuti. 

Macerata è a 315 metri sul livello del mare ed ha poco più di 43000 abitanti. Ciononostante, essendo sede di numerose università di prestigio, e della provincia, la popolazione che frequenta Macerata ogni giorno per tutto l'anno è di gran lunga maggiore. 

Macerata ha un fascino da vecchia signora d'altri tempi e rivela le sue radici raffinate ad ogni angolo di strada. Circondato da mura medievali, il centro storico racchiude i monumenti più interessanti. 

Se la visita avviene a piedi, dalle mura si trovano affascinanti scalette ripidi che portano direttamente verso il centro. Se la visita avviene in auto è possibile arrivare fino all'elegante Piazza della Libertà

Qui troviamo il Palazzo del Comune, la Loggia dei Mercanti, il Palazzo della Prefettura, la Torre dell'Orologio, la Chiesa di San Paolo ed il Teatro Lauro Rossi. 

Il Teatro Lauro Rossi, con una capienza di 550 posti è un gioiello di architettura settecentesca ed è stato recentemente restaurato.

La Chiesa di San Paolo, costruita tra il 1623 ed il 1655 è stata utilizzata come deposito di grano e come magazzino durante la scorsa guerra. Negli anni 70 è stata completamente restaurata e riportata al suo antico splendore. Viene oggi utlizzata dall'università e come sede di alcune prestigiose mostre pittoriche. 

Il palazzo della prefettura costruito nel 1500 in cotto ha uno splendido portale marmoreo. 

Il palazzo del comune, originalmente costruito nel XVII secolo è aperto da un porticato e nella parte superiore da una lunga balconata. Nell'androne e nel cortile è sistemata una raccolta archeologica proveniente da Helvia Recina e da Urbisaglia. All'interno, nella sala consigliare, uno splendido dipinto della Vittoria di Emilio Lazzaro. Nell'ufficio del sindaco, il grande armadio libreria pare sia stato costruito da Massimo d'Azeglio, il grande patriota- scrittore. 

L'arena Sferisterio è un anfiteatro che venne finito di costruire nel 1820 grazie al contributo di 100 consorti. Originalmente costruito per il gioco del pallone col bracciale e della caccia al toro, ha un'impressionante acustica ed un'altissima visibilità, oltre ad offrire in sé uno scenario neoclassico e palladiano. Dagli anni 60 ha cominciato ad ospitare stagioni liriche sempre più importanti che richiamano appassionati di lirica da tutto il mondo.   

La pinacoteca civica ospita dipinti antichi Carlo Crivelli, Gianabattista Salvi, Michele Rocca detto Il Parmigiano e molti altri. Ha anche in sè un settore di arte contemporanea con illustri dipinti. 

Il Palazzo Buonaccorsi venne fatto costruire nel XVIII secolo su disegno dell'architetto Giovanni Battista Contini. Questo palazzo, recentemente restaurato,  viene considerato uno dei più belli nelle Marche. Attualmente ospita un'interessantissimo museo della Carrozza ed è possibile visitare la Galleria dell'Eneide ed il piano nobile. 

La Chiesa di Santa Maria delle Vergini, venne costruita nella seconda metà del XVI secolo su disegno di Donato Bramante. Al suo interno una tela del Tintoretto datata 1587. 

Palazzo Compagnoni  Marefoschi, costruito nel XVIII secolo è un altro affascinante pezzo di storia della città. Qui furono uniti in matrimonio Carlo III Stuart, il pretendente al trono inglese al tempo in esilio in Italia e Luisa Stolberg, la contessa d'Albany amata da Alfieri. 

Nell'area di Villa Potenza, a valle, uno scavo archeologico ha portato alla luce i resti di Helvia Recina, un'antica città romana citata per la prima volta da Plinio il Vecchio nel I secolo a.C. A giudicare dai ritrovamenti, l'area abitata doveva estendersi per circa 60 ettari. E' possibile visitare Helvia Recina il Sabato e la Domenica. 

Macerata è un altro splendido motivo per affittare un appartamento vacanza nel cuore dell'Italia e seguire un percorso di arricchimento culturale e naturalistico.