Login

Per la login inserire: username e password

For login you must enter username and password




   Mobile +39 328/6816898
« Indietro

SANTA MARGHERITA LIGURE

Santa Margherita Ligure è situata sulla Riviera Ligure di Levante, in una conca chiusa nella parte nord-occidentale del promontorio di Portofino, e nella parte più interna dal Golfo del Tigullio.

La città - che si trova a circa 31 chilometri ad est di Genova - è circondata da colline ricoperte di macchia mediterranea (boschi di pini marittimi, castagni e, nella parte bassa, da uliveti) sulle quali si trovano ville e giardini con vista sulla cosiddetta "Costa dei Delfini", che unisce la città a Portofino. La località è un apprezzato centro turistico e balneare della Riviera di Levante.

E’ una tranquilla cittadina sul mare – un pò trendy –  a cavallo tra Rapallo e Portofino. Famosa ai tempi della “Dolce Vita”, Santa Margherita Ligure era meta di personaggi famosi negli anni ’70 e ’80.

E' luogo di divertimento soprattutto per il Covo di Nord Est, una delle discoteche più famose e suggestive d’europa che recentemente, se pur in contesti molto diversi, ha ripreso a vivere con una nuova gestione.

Oggi è una località intatta sotto il profilo paesaggistico, molto tranquilla, con un clima mite tutto l’anno. La consigliamo per relax, per passeggiate, per ritrovare se stessi e per tutta la famiglia. Non c’è traffico, il centro è quasi tutto ad esclusivo accesso pedonale. Ci sono supermercati ed è possibile trovare ancora “botteghe” dove assaggiare cibi e prodotti del posto. Nel periodo estivo tra Luglio ed Agosto, c’è movimento alla sera nella piazzetta. Soprattutto ragazzi in eta tra i 14 e  25 anni. 

Non consigliamo Santa Margherita Ligure per single, per appassionati di sfrenate serate e modaioli accaniti. La vita notturna usualmente si calma entro l’una di notte anche se è possibile continuare la serata al Covo o al Carillon di Paraggi che consigliamo solo al sabato sera. 

Santa Margherita Ligure è perfetta per rilassarsi, godere del mare soprattutto nelle spiagge dopo il Covo di Nord Est e Paraggi,  per la cucina, soprattutto di pesce e per stare tranquilli lontani dal caos e dal traffico.

La scoperta di un'urna cineraria del III secolo con un'iscrizione latina (oggi conservata nella basilica di Santa Margherita) ha avvalorato l'ipotesi, tuttavia non dimostrata ufficialmente, di un insediamento in epoca romana. Devastato dai Longobardi nel 641, il borgo originario, abitato soprattutto da pescatori e denominato proprio Pescino, subì sino al X secolo numerose incursioni saracene. Successivamente divenne feudo della famiglia Fieschi, sino al 1229, quando venne sottomesso alla Repubblica di Genova. 

Dal Medioevo in poi risulta che il villaggio fosse diviso in due borgate principali, Pescino e Corte, spesso divise da vivacissime lotte. Nel 1432 subì l'attacco ed il saccheggio della flotta navale della Repubblica di Venezia e nel 1549 quello del pirata Dragut come la vicina Rapallo. Il 18 luglio del 1798 il territorio fu diviso in due cantoni: il Cantone di Santa Margherita a cui furono incluse le due municipalità semplici di San Siro e San Lorenzo e il Cantone di San Giacomo con le municipalità semplici di Nozarego e Portofino; entrambi i cantoni furono inseriti nella giurisdizione del Golfo Tigullio gestito dal direttorio rapallese.

A partire dal 1861 divenne territorio del Regno d'Italia e assunse l'attuale nome definitivo nel 1863 con un apposito Decreto Reale di Vittorio Emanuele II di Savoia. La città ottenne due stazioni della nascente linea ferroviaria tirrenica Ventimiglia-Roma. Con l'avvento della strada carrozzabile per Portofino e con la ferrovia a Santa Margherita, iniziò il periodo d'oro della Costa dei Delfini, che vide la costruzione di favolose ville e grandiosi alberghi. Ad oggi la stazione minore, quella di San Lorenzo, è inattiva. 

Dopo la Seconda guerra mondiale Santa Margherita (denominata la Perla del Tigullio), Portofino e il borgo di Paraggi diventarono sempre più località turistiche esclusive, ricche di un fascino straordinario che perdura sino ad oggi.

Fra i tanti personaggi famosi che soggiornarono a Santa Margherita ricordiamo:

Francesco Petrarca (1304-1374)scrittore e poeta;

Eva Duarte Peron che fu moglie del dittatore argentino. L’encantadora, dopo un lungo viaggio in Europa, volle trascorrere qualche tempo in Liguria, particolarmente nella Riviera di Portofino, in quella Santa Margherita Ligure che aveva tanti legami con la sua patria.

Friedrich Nietszche (1844-1900) filosofo e scrittore;

         "Bisogna figurarsi un'isola nell'arcipelago ellenico, su cui montagna e foresta si alternano capricciosamente, che un giorno, chissà per quale fenomeno, abbia navigato verso la terra ferma e vi sia ancorata senza staccarsene."

Valery Larbaud (1881-1957) romanziere e poeta;

"Questo paesaggio di mare e di olivi fitti non cambia mai... ed esso mi offre 

una visione dell'immutabile"

Nicola Abbagnano (1901-1990) filosofo;

   Santa Margherita mi è stata tanto cara, mi ha rallegrato la vita, mi ha aiutato

Tra le mete turistiche più classiche ci sono nomi che evocano paesaggi naturali incontaminati ed altri che devono la loro fama, invece, al fascino delle loro costruzioni, al loro particolare stile di vita. Santa Margherita non appartiene né all'una né all'altra di queste categorie. O meglio: offre un gradevole insieme di questi due aspetti che, apparentemente sembrano contrastanti. La natura l'ha favorita e l'opera dell'uomo, nei secoli, ha dato risalto alla natura. Anzi, ha fatto di più: ha aggiunto qualcosa di inconfondibile ad un quadro già perfetto. Le forme, i colori, la disposizione delle sue case caratteristiche, delle ricche ville, dei grandi alberghi disegnano tutto attorno al suo golfo qualcosadi simile ad un magico riflesso.

Contiene tutti i piccoli riti di una vacanza davvero appagante che ruotano attorno al suo tranquillo specchio d'acqua che accoglie, insieme alle più belle "barche" da diporto, una flotta di pescherecci che tiene alta un'antichissima tradizione di pesca e di marineria. I famosi gamberoni di Santa Margherita sono una delle specialità più caratteristiche e saporite di questo tratto di costa. E i locali, i ristoranti, gli alberghi dove gustare questo autentico dono del mediterraneo sono davvero tanti e vari.

Santa Margherita affianca ambienti ed attrezzature ideali per congressi, convegni e mostre. Per tutti quegli eventi, insomma, che oggi sono inscindibili da un centro turistico di prestigio. Al di là degli stretti confini cittadini, Santa Margherita Ligure ha legati a sé nella stessa atmosfera di fascino e suggestione luoghi davvero speciali come, ad esempio, Paraggi.

Paraggi è stato un piccolo abitato di pescatori e mugnai (ben dodici i mulini che si trovavano lungo l'odierna "via dei Mulini"), oggi è diventato un rinomato centro balneare: spiaggia libera e attrezzata, ricettività di alto livello, locali di tendenza. Si trova lungo la "Costa dei Delfini", a metà strada tra Santa Margherita e Portofino. Dista circa 3 km da Santa Margherita Ligure, raggiungibile in autobus o via mare.

Ecco una serie di buoni motivi per scegliere Santa Margherita come meta delle vostre vacanze ed affittare qui un appartamento vacanza!